Nella nostra newsletter estiva siamo lieti di presentarvi una nuova rubrica del nostro sito Internet con raccomandazioni per l’utilizzo dei media digitali per genitori di figli con disabilità. Vi informiamo anche su alcuni progetti interessanti – conoscete già la Wup App di Pro Juventute? – e sui nuovi risultati della ricerca, per esempio sui primi dati sull’uso dei media da parte dei bambini e dei giovani in Svizzera durante il confinamento della primavera del 2020 dovuto alla pandemia di COVID-19.   

Al momento uno dei temi di rilievo per la piattaforma Giovani e media è la nuova legge federale sulla protezione dei minori nei settori dei film e dei videogiochi (LPMFV). Il 9 giugno, il Consiglio nazionale ha continuato le sue deliberazioni sul disegno di legge e lo ha adottato nella votazione sul complesso con 112 voti contro 74 e 4 astensioni. L’obiettivo della legge è proteggere i minori dai contenuti di film e giochi, in particolare da rappresentazioni di violenza, sesso e scene minacciose, che potrebbero mettere in pericolo il loro sviluppo.
Inoltre, il Consiglio nazionale vuole che gli acquisti in-app siano disciplinati dalla legge. Intende anche rafforzare le misure della Confederazione per la prevenzione nell’ambito della protezione dei minori e per la promozione delle competenze mediali. La commissione del Consiglio degli Stati incaricata dell’esame preliminare si occuperà del disegno di legge presumibilmente in agosto.
Maggiori informazioni sulla nuova legge sono disponibili sul nostro sito Internet. 

Vi auguriamo un’estate riposante e rilassante e una buona lettura!

 


 
 

Primo piano

 

Raccomandazioni per l'utilizzo dei media digitali per i genitori di figli con disabilità

 

La nostra rubrica «Raccomandazioni» comprende ora anche una pagina specifica per i genitori di figli con disabilità.
I media digitali offrono ai bambini e ai giovani con disabilità molte opportunità di essere creativi, d’informarsi, di divertirsi e di comunicare. Affinché possano fare le loro esperienze online in un ambiente sicuro, hanno bisogno di un accompagnamento da parte dei genitori e delle altre persone di riferimento che sia adeguato al loro sviluppo.
La nuova pagina, rivolta specificamente ai genitori, fornisce consigli e molte altre informazioni su questo tema.
Per aiutare i professionisti è disponibile da tempo la nostra guida «Promozione delle competenze mediali nelle istituzioni per bambini e giovani con esigenze particolari». Quest’ultima è attualmente in fase di rielaborazione e un’edizione aggiornata uscirà presumibilmente all’inizio del 2022.

 
 

Progetti attuali e offerte

 

Trasmissione di buone pratiche su centanni.ch

 

Per festeggiare i suoi 100 anni, Educa lancia il sito multimediale centanni.ch, che rende visibili i progetti scolastici orientati al futuro in materia d’innovazione digitale. Esperienze innovative, esempi pratici e iniziative possono essere caricati sulla «Mappa del cambiamento» e vengono automaticamente inseriti nel concorso del «Topo d’oro».

 
 

Progetti attuali e offerte

 

Concorso di videogiochi e torneo senza barriere - PlayBern 2021

 

Il festival dei videogiochi e della cultura PlayBern avrà luogo anche nel 2021, dal 21 al 24 ottobre. Sono aperte le iscrizioni per partecipare al concorso per bambini e giovani, dove saranno premiati i videogiochi sviluppati da loro stessi. Inoltre, si cercano giocatori con limitazioni o disabilità per partecipare a un torneo di videogiochi senza barriere.

 
 


 
 

Progetti attuali e offerte

 

Wup App - in sicurezza sui social network

 

Wup App, la nuova app di Pro Juventute, accompagna i bambini nelle loro prime esperienze online e ostiene i genitori. La versione gratuita comprende, tra l’altro, una tastiera intelligente che, quando vengono inseriti insulti o dati personali, avverte il bambino e gli propone video esplicativi. Per il momento l’applicazione è disponibile soltanto in tedesco su Apple App Store e su Google Play Store. Le versioni francese e italiana saranno disponibili prossimamente.

 
 

Progetti attuali e offerte

 

Essere genitori in un mondo sempre più digitale

 

Con il blog «Parenting for a Digital Future», la London School of Economics and Political Science offre una collezione in costante crescita di testi interessanti sulla genitorialità in un mondo sempre più digitale. Alcuni di essi vertono sulle più recenti conoscenze scientifiche, per esempio sulle questioni di sicurezza nelle app sviluppate per proteggere i minori dai rischi in Internet. Altri affrontano temi d’attualità, come la questione dei diritti dei minori nello spazio digitale.

 
 

Progetti attuali e offerte

 

Sanateenz

 

Nell’ambito del progetto Sanateenz quattro studenti della Scuola universitaria professionale dei Grigioni danno la parola ai giovani in merito all’uso del telefonino, all’alimentazione e all’immagine del proprio corpo. Le testimonianze di tre giovani sono condivise attraverso video, sui quali gli internauti possono basarsi per rispondere a un quiz.

 
 


 
 

Novità dalla politica e dalla ricerca

 

La vita digitale di bambini e giovani ai tempi del coronavirus

 

Durante il confinamento della primavera del 2020 dovuto alla pandemia di COVID-19 molte famiglie in Svizzera hanno trascorso più tempo in Internet. Alcuni bambini e giovani si sono imbattuti più spesso in notizie false o discorsi d’odio e molti genitori hanno intensificato le loro misure di educazione ai media, come emerge da uno studio pubblicato oggi dall’Università di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) e cofinanziato dalla Piattaforma Giovani e Media.

 
 

Novità dalla politica e dalla ricerca

 

Consumo di informazioni e benessere dei giovani

 

In aprile 2021, la ZHAW ha pubblicato la prima parte del rapporto JAMESfocus dedicata al consumo di informazioni e al benessere psichico dei giovani durante il primo confinamento in Svizzera nella primavera del 2020. I notiziari in TV hanno visto crescere la loro importanza tra i giovani a fronte della situazione straordinaria. Questo può essere in parte spiegato con un più elevato bisogno di informazioni trasparenti e affidabili. Le reti sociali e i portali video, al contrario, hanno perso importanza come fonti di informazione.

 
 

Novità dalla politica e dalla ricerca

 

Monitoraggio della digitalizzazione dell'insegnamento dal punto divista degli allievi

 

L’inchiesta del Centro svizzero di coordinamento della ricerca educativa (CSRE) mostra che il confinamento della primavera del 2020 dovuto alla pandemia di COVID-19 ha creato notevoli incentivi alla digitalizzazione in ambito formativo. Un terzo degli allievi si è infatti dotato di nuovo materiale digitale. Tuttavia, sia nelle scuole che nelle famiglie vi sono lacune per quanto riguarda l’accesso veloce e affidabile a Internet, un elemento, questo, indispensabile per la digitalizzazione dei processi educativi.

 
 

Novità dalla politica e dalla ricerca

 

Studio KIM 2020

 

L’inchiesta per l’ultimo studio KIM – Kindheit, Internet, Medien – ha avuto luogo nell’autunno del 2020 in Germania, quando la maggior parte dei bambini intervistati tra i 6 e i 13 anni era tornata a seguire, almeno in parte, le lezioni in presenza. Ciononostante, i risultati sono interessanti in termini di impatto della pandemia. Le «amicizie» sono ancora in cima alla lista degli interessi degli intervistati, nettamente davanti all’utilizzo dei media. Nel complesso, nonostante la situazione particolare, lo studio evidenzia la grande stabilità del comportamento di questo gruppo di età in materia di utilizzo dei media.

 
 


 
 

Agenda

 

Mostra Games

 
21 marzo 2021 - 10 ottobre2021, Castello di Prangins, Prangins

La mostra GAMES segue lo sviluppo dei videogiochi da un punto di vista storico e dà ai visitatori la possibilità di giocare su vecchi computer, console di gioco obsolete e terminali arcade. La mostra è completata da studi concernenti la dipendenza dei giovani o le scene di violenza nei videogiochi.

 
 

Agenda

 

Radical Gaming - Immersion Simulation Subversion

 
2 settembre 2021 - 14 novembre 2021, Haus der elektronischen Künste, Münchenstein

Radical Gaming è una mostra collettiva internazionale che offre un approccio non convenzionale al mondo dei videogiochi con opere che sfidano gli stereotipi d’identità e di genere più comunemente legati a loro.

 
 
 
 

Se in futuro non desiderate più ricevere e-mail da «Giovani e media» o se avete cambiato indirizzo di posta elettronica,  Wenn Sie diese E-Mail (an: unknown@noemail.com) nicht mehr empfangen möchten, können Sie diese hier kostenlos abbestellen.